Archivio news 17/10/2020

FUTSAL DIVISIONE CALCIO A 5

SOSPESIONE ATTIVITA' SPORTIVA

COVID-19: LA LOMBARDIA FERMA LO SPORT DILETTANTISTCO DI CONTATTO

Con Ordinanza n. 620 del 16 ottobre 2020 il Presidente della Regione Lombardia ha stabilito le nuove misure di contenimento della diffusione del coronavirus nella Regione.

Tra queste misure deciso è l’intervento sullo sport dilettantistico di contatto.

Nello specifico l’Ordinanza dispone la sospensione di tutte le gare, le competizioni e le altre attività, anche di allenamento, degli sport di contatto, come individuati con provvedimento del Ministro dello Sport del 13 ottobre 2020, svolti a livello regionale o locale – sia agonistico che di base ‒ dalle associazioni e società dilettantistiche.

Nessuna restrizione per gli sport dilettantistici individuali e per gli sport di contatto professionistici.

Per l’individuazione degli sport di contatto dilettantistici, l’Ordinanza richiama il decreto del Ministro dello Sport del 13 ottobre 2020 nel quale sono elencati gli sport e le relative discipline, ben 130, interessati alla misura restrittiva.

Le sospensioni in questione saranno in vigore dal 17 ottobre fino al 6 novembre 2020.

Per le attività di palestre e piscine le misure di tutela richiamano l’attuazione di protocolli e indicazioni già convenute dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome con l’ultimo documento contenente le linee guida per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative, aggiornato all’8 ottobre 2020.

E noi di Futsal League Pavia?

Noi, come tutti Voi, siamo allibiti di come sia stata gestita questa situazione.

 

Giornate intere ad interrogarci su quale fosse la strada migliore da percorrere, redigere protocolli di sicurezza, riunioni finalizzate a garantire una tutela a tutti i tesserati, decine di telefonate e messaggi….per poi ottenere cosa?

 

Eravamo tutti coscienti che saremmo arrivati a questo punto ma le modalità utilizzate sono state davvero imbarazzanti.

 

La salute è un diritto fondamentale dell’individuo ed un interesse primario della collettività quindi è giusto tutelarlo ma ci saremmo aspettati una gestione differente da parte di un organismo che dovrebbe essere composto da professionisti di prima fascia.

 

Non ci resta altro che congelare quanto fatto fino ad oggi.

 

Ci faremo trovare sicuramente pronti con un nuovo fischio d’inizio!!!